Investire in bitcoin: rischio eccessivo?

0

I bitcoin sono diventati, negli ultimi mesi, uno dei beni più scambiati al mondo. Le loro quotazioni nel 1027 sono aumentate del 1.000%, da poco meno di 1.000 dollari, agli oltre 10.000 dollari di oggi. Ma è ancora possibile investire in bitcoin? Si tratta di una speculazione che vale la pena tentare? La risposta non è semplice, anche perché non è facile fare previsioni bitcoin.

Cosa avverrà domani

Sono numerosi gli analisti finanziari che parlano dei bitcoin come di una bolla finanziaria, che è prossima a scoppiare in faccia agli investitori che hanno creduto in questa criptomoneta. Purtroppo però i mercati non consentono a nessuno di fare previsioni certe sul domani, neppure agli analisti più esperti.

Ad esempio, è stato sufficiente che le quotazioni dei bitcoin scendessero sotto i 10.000 dollari per far subito parlare di bolla che stava esplodendo, cosa smentita dalla realtà nei giorni appena successivi all’evento.

Ad oggi i bitcoin sembrano quindi ancora un buon asset su cui speculare, ma con cautela e con la consapevolezza di poter subire perdite ingenti. Del resto gli investimenti in borsa o nel Forex sono da sempre caratterizzati da un rischio decisamente elevato.

Investire con i CFD

investire in bitcoinChi vuole rischiare il proprio capitale, ma senza arrivare agli eccessi dovuti ad una quotazione così elevata, può decidere di fare trading online sui bitcoin con i CFD. In questo caso non si acquista nulla, ma si specula sull’eventualità che la criptomoneta aumenti o diminuisca di valore. Nonostante un rischio comunque elevato, si deve però considerare che in questo tipo di investimento si può entrare anche con cifre inferiori al valore di un bitcoin.

Questo perché tale metodo di investimento si avvale della leva finanziaria, garantendo quindi possibilità di guadagno molto elevate, anche con capitali minimi. Inoltre molti degli investimenti del trading online hanno durata brevissima, cosa che ci può far ben sperare nella possibilità di evitare l’eventuale esplosione della bolla finanziaria.

In pratica se anche i bitcoin dovessero perdere di valore, sembra ragionevole pensare che non lo faranno nel corso della prossima ora, se quindi si aprono diversi affari con i CFD, che chiuderanno nell’arco di pochi minuti, si ha una maggiore probabilità di non venir colpiti da eventuali ingenti perdite. Certo, molto poi dipende dalla fortuna personale, dalle proprie valutazioni e dal capitale a disposizione.

Altri tipi di criptomoneta

Molti di coloro che guardano con attenzione all’andamento della quotazioni dei bitcoin non hanno però sufficienti fondi per acquistarli. Per questi investitori può essere interessante l’eventualità di effettuare la compravendita di altre criptomonete, come ad esempio l’Ether , o l’XRP. Stiamo parlando di altre criptovalute, gestite anch’esse tramite il sistema Blockchain, che si sono però affacciate sul mercato solo negli ultimi anni.

In pratica sono le sorelle minori di Bitcoin e stanno avendo un successo per certi versi simile. La questione fondamentale sta nel fatto che il loro valore ad oggi è abbastanza basso, cosa che consente anche a  chi possiede poche migliaia di euro di introdursi nel mondo della compravendita di criptomonete, sperando in un lauto guadagno.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Unable to load the Are You a Human PlayThru™. Please contact the site owner to report the problem.